Tutto sulla medicina ayurvedica

 

L’Ayurveda è attualmente riconosciuta a livello mondiale come una branca della medicina ed ovviamente soprattutto nella sua patria d’origine, l’India, in cui viene insegnata nelle università come da noi la medicina moderna. Lo scopo che la medicina ayurvedica si prefigge è quello sì di curare le malattie ma anche di stabilire un buon equilibrio psicofisico nelle persone, per farlo ci si avvale di tecniche quali: l’alimentazione, il massaggio, la meditazione e l’uso delle piante. Partiamo dal concetto di chakra per spiegare i principi della medicina ayurvedica, i chakra dunque sono i centri energetici del nostro corpo che si trovano lungo la colonna vertebrale, vi sono racchiuse le energie vitali ed ad essi si associa un suono, un colore ed un elemento, tramite i massaggi si possono sbloccare queste energie in periodi di difficoltà per la persona. Quindi si passa al concetto di dosha ovvero i tre principi fondamentali che racchiudono i cinque elementi (acqua, aria, terra, fuoco ed etere) ovvero: Vata, Pitta e Kapha. Vata indica la combinazione di Etere ed Aria. è un principio di movimento e nel corpo presiede a tutte le funzioni del sistema nervoso, Pitta indica la combinazione di Fuoco ed Acqua ovvero il principio del calore e della trasformazione e governa tutti i processi digestivi.

Ed infine Kapha ovvero ciò che nasce dalla combinazione di Acqua e Terra ossia il principio della coesione e stabilità, presiede alle funzioni del sistema immunitario. La combinazione dei dosha determina l’armonia la prevalenza di uno indica la tipologia di persona. Lo squilibrio dei dosha comporta accumulo di Ama o tossine. Lo studio di questi elementi, la giusta combinazione da luogo alla salute e al benessere della persona quindi: i dosha sono equilibrati, i sensi funzionano bene, corpo, spirito e coscienza sono in armonia. I rimedi ayurvedici come abbiamo già detto si basano sulla fitoterapia (un po’ come i Fiori di Bach), i massaggi che svolgono il compito di stimolare i punti segreti che riattivano le energie ed infine i cristalli utilizzati per riequilibrare i dosha.