Probiotici e fermenti lattici

probiotici e fermenti latticiI fermenti lattici sono considerati gli alleati del benessere del nostro organismo, in quanto sono efficaci per risolvere e regolarizzare problemi intestinali, e sono molto utili per la protezione da infezioni.

I probiotici sono organismi viventi amici del corpo umano, in grado di apportare benefici e salute; sono dei microrganismi contenuti anche nel latte, che agiscono nel processo di fermentazione, poiché gli stessi batteri vivono grazie ad un metabolismo di tipo fermentativo, producendo degli acidi organici, tra cui l’acido lattico utilizzato per  confezionare gli yogurt, i formaggi, ed altri derivati.

Nel nostro intestino vive la flora batterica, costituita da ben oltre mille specie di microrganismi, diversi da individuo ad individuo, che proteggono l’intestino salvaguardandone il corretto funzionamento. I  microrganismi non nascono con l’essere umano, cioè l’intestino dell’uomo ne è sprovvisto alla nascita, ma comunque subito dopo il parto inizia il loro processo di occupazione degli spazi intestinali.

La flora intestinale ha un’azione immunitaria, ossia atta a combattere virus, microrganismi nocivi per la salute e varie sostanze implicate nei processi allergici, ed ha anche un’azione nutritiva, ossia atta a favorire la produzione di utili vitamine, quali la vitamina K e alcune vitamine del gruppo B, e la produzione di enzimi, aiutando l’organismo a smaltire varie sostanze tossiche. La flora intestinale è dunque molto importante per vari motivi e va salvaguardata dall’azione negativa di vari agenti, quali lo stress, una alimentazione non salutare, l’utilizzo di antibiotici ecc.

Il Lactobacillus acidophilus è un batterio ospite ospite del nostro organismo, che normalmente non è presente negli yogurt, e che appartiene al gruppo dei batteri lattici probiotici. Questi batteri arrivano vivi nell’intestino, dove si riproducono, ed alimentano la consistenza della flora batterica, apportando benessere all’organismo.

La funzione dei fermenti lattici è diversa da batterio a batterio; il bifido batterio, ad esempio, viene consigliato per le coliche gassose dei bambini, mentre il Lactobacillus acidophilus aiuta a combattere la stitichezza negli adulti. Ci sono poi i probiotici che aiutano il sistema immunitario.  I probiotici possono essere somministrati anche a chi è intollerante al lattosio, perché lo rendono digeribile molto più velocemente e ne contengono in minor quantità. L’enzima beta-galattosidasi scompone il lattosio in galattosio e glucosio. A titolo di esempio, per farsi una idea delle quantità in gioco negli alimenti di uso comune contenenti probiotici, si ricorda che uno yogurt da 100 grammi, contiene 3 grammi di lattosio.

I probiotici difendono l’organismo dall’attacco degli antibiotici, che vengono assunti per combattere infezioni varie al prezzo dell’alterazione della flora intestinale. I probiotici venduti nei supermercati, secondo un’indagine di Altroconsumo, conterrebbero poco principio attivo e molto zucchero, e non sarebbero molto efficaci, conclusione alla quali si è pervenuti dopo l’analisi di 15 prodotti diversi.