Migliorare la postura in 10 minuti

Basta poco per migliorare la postura, per stare più dritti. In pratica la posizione più idonea che dovrebbe tenere il nostro corpo nello spazio, mettendo all’opera tutte le funzioni per contra-stare la gravità con il minor dispendio energetico possibile, questo sia mentre camminate o fate attività fisica, sia in fase di stazionamento.

Migliorare la postura

Una postura sbagliata influisce negativamente sull’equilibrio mu-scolare, causando varie patolo-gie, come problemi alle caviglie, ai reni, alle tibie, per non dire dei dolori al collo e alle spalle e l’emicrania. Nelle prime due puntate abbiamo affrontato i problemi di chi ha i piedi piatti (con ginocchia valghe e intra rotazione degli arti inferiori) e di chi soffre d’iper lordosi lombare (eccessivo inarcamento del tratto inferiore della colonna vertebrale), presente peraltro nella quasi totalità della popolazione. Ora parleremo della cifosi (chi porta testa e spalle in avanti). I sintomi sono: pettorali, collo e deltoidi tesi, oltre a dorsali e spalle deboli. È diffuso soprattutto tra chi lavora col computer o chi allena eccessivamente i pettorali e le spalle, può causare dolori al collo, alle spalle ed emicranie. L’eserci-zio si compone di facili movimenti, della durata di 10 minuti per ogni sessione. Quando arriverete a fare tutta la serie consecutiva illustrate nei tre numeri di Optima, impiegherete al massimo mezz’ora.

È bene ricordare che il 90% delle persone soffrono di tutti questi disturbi combinati, quindi vi consigliamo di eseguire tutta la serie di esercizi. Supini, mettete il cuscino in posizione diagonale rispetto alla parte destra del petto. Facendo pressione col peso corporeo, usate le braccia per rotolare col busto dalla spalla alla base del petto, fino a trovare un’area sensibile. Tenete la posizione per 20-60 secondi e rilassate tutte le zone sensibili, cambiando lato. Supini, con le punte dei piedi a terra, spingete l’ombelico in dentro e stendete le braccia in avanti. Portate le braccia indietro con un movimento circolare e, con i pollici all’insù, sollevate il busto da terra. Fate una pausa, avvicinate le scapole e avvicinate le mani ai piedi. Tornate alla posizione iniziale. Eseguite tre movimenti da 15-25 ripetizioni, recuperando per 15-60 secondi tra uno e l’altro. Appoggiandovi ad una porta o un muro, distendete i muscoli pettorali e delle spalle, portando il piede sinistro avanti, piegato e il destro dietro disteso. Contemporaneamente piegate il gomito sinistro a 90 gradi, appoggiando l’avambraccio contro il muro, dita rivolte verso l’alto. Tenete la posizione per 20-30 secondi, poi cambiate lato. Dovrete avvertire tensione a spalle e pettorali. Ripetete due volte.