Meno infarti ed ictus con 100 grammi di cioccolato al giorno

Il cioccolato ci fa bene, possiamo finalmente affermarlo serenamente. Nelle dosi e nei modi indicati chiaramente. Dunque niente più sensi di colpa per quel cioccolatino che ci concediamo magari a fine giornata in un momento di relax.

Meno infarti ed ictus con 100 grammi di cioccolato

Per quelli che ancora non lo sanno quel cioccolatino delizioso è un potente antidoto contro ictus ed infarto. Anzi ne occorrono ben 100 grammi al giorno per “levare il medico di torno” come diceva il detto delle mele. A patto, attenzione, che sia fondente, il vero cioccolato fondente quello con oltre 60-70% di cacao tutti gli altri tipi di cioccolato non valgono. Avete la pressione alta? L’ictus e l’infarto vi spaventano? Fatevi un quadratino di cioccolato fondente al giorno per prevenire. Una più che dolce prevenzione sperimentata su all’incirca duemila australiani, di età compresa fra i 35 anni ed i 65 anni, che per l’appunto si trovavano a rischio sul fronte malattie cardiovascolari. Per quanto tempo occorre assumere al giorno questo quantitativo di cioccolato (fondente) a mo di prevenzione? Per circa dieci anni, dichiarano gli esperti. Un sacrificio da poco per i golosi senza dubbio.

Dunque perchè il fondente ci fa bene in sostanza? Perchè contiene i famosi flavonoidi, sostanze antiossidanti che rallentano l’invecchiamento delle cellule che sono in grado ridurre la pressione sanguigna e di prevenire il rischio di malattie cardiache. In pratica avviene che i flavonoidi incrementano la biodisponibilità di ossido nitrico delle cellule che si localizzano nella parete interna dei vasi sanguigni (cellule endoteliali), ora questo gas ossido nitrico ha la proprietà di rilassare ed estendere le cellule dei vasi sanguigni abbassando la pressione e migliorando l’attività delle piastrine in modo che abbiamo una minore viscosità del sangue. E’ fondamentale però non superare la dose consigliata poichè il cioccolato rimane un cibo molto calorico, ricco di grassi (pensiamo al burro utilizzato per produrlo) e di conseguenza assunto smodatamente non solo non è efficace ma diventa dannoso. Quindi cioccolato sì, ma con cautela.