Mantenere l’abbronzatura

mantenere abbronzatura

L’estate si sa, è la stagione delle vacanze, del relax, del riposo sotto l’ombrellone e sotto il sole. C’è chi va al mare solo per divertimento, per immergersi nell’acqua ristoratrice che dà refrigerio nelle assolate giornate estive, c’è chi ci va esclusivamente per ottenere la migliore tintarella, simbolo di bellezza, di fascino e di alto stato di salute, e infine c’è chi ci va per entrambe le ragioni.

La tanto agognata abbronzatura è per alcuni una meta da raggiungere faticosamente e anche con veri e propri sacrifici, dato che non tutti amano andare al mare anche se amano sfoggiare una tintarella perfetta, altri amano andarci ma, vuoi per la carnagione troppo chiara, vuoi per il modo scorretto in cui prendono il sole, hanno problemi ad abbronzarsi nel modo giusto.

Per questi motivi, quando l’obiettivo è raggiunto e si è ottenuta l’abbronzatura perfetta per il proprio fisico, il passo successivo consiste nel fare in modo che i risultati conseguiti, magari a gran fatica, perdurino nel tempo il più possibile, per far sì che tutti gli sforzi non siano stati vani. Il colore dorato dell’abbronzatura è dovuto infatti ai pigmenti di melanina che svaniscono con il ricambio cellulare della cute. A tal proposito, nella fase di abbronzatura, si consiglia di prendere il sole correttamente, evitando contatti prolungati nelle ore di punta; in questo modo l’abbronzatura sarà migliore e resisterà più a lungo.

Mantenere a lungo l’abbronzatura non è troppo difficile se si considera che, tra i fattori più importanti alla base della sua perdita, vi è quello della disidratazione; la pelle secca tende a desquamarsi rapidamente e tende quindi a perdere l’abbronzatura più facilmente della pelle idratata, e quindi il primo consiglio che si può dare è quello di bere spesso e di mangiare frutta e verdura in abbondanza, che contengono vitamina A e vitamina C, cosa questa sempre consigliata anche per altri importanti motivi legati al mantenimento di una buona salute.

Le principali azioni che si possono intraprendere per mantenere l’abbronzatura sono:

1) bere molta acqua, succhi di frutta e bibite evitando quelle light contenenti dolcificanti; consumare, in genere, tutti quegli alimenti che contengono al loro interno molta acqua quali frutta fresca e verdura;

2) prediligere cibi che contengono molte vitamine, carotene e Omega-3 che favoriscono l’abbronzatura, quali le carote, le pesche, le albicocche, i manghi, i peperoni e gli spinaci, per quanto riguarda l’apporto di vitamina A; prediligere le arance, i limoni e i kiwi, per quanto riguarda l’apporto di vitamina C; prediligere il pesce e la frutta secca per quanto riguarda l’apporto di Omega-3.

3) farsi rapide docce piuttosto che bagni in cui si è immersi nell’acqua in maniera troppo prolungata; questo perché la desquamazione è favorita dal contatto prolungato con l’acqua.

4) utilizzare appositi detergenti che mantengano idratata la pelle, come ad esempio quelli a base di olio di karitè e quelli a base di aloe vera;

5) applicare sul proprio corpo una crema idratante o un olio di mandorle dolci prima di andare a dormire e al risveglio;

6) evitare di stare a contatto diretto con i condizionatori d’aria che tendono ad irradiare addosso aria che secca la pelle;

7) continuare ad esporsi ai raggi solari il più possibile, durante le passeggiate o anche i consueti spostamenti cittadini, in modo da non dare il tempo all’abbronzatura che già si ha, di svanire troppo facilmente.