Mangiare e bere bene

alimentazione enologia

Sono svariati i fattori che si dovrebbero tenere in considerazione per mangiare bene, riferendosi al nutrirsi in modo sano, curandosi di seguire una alimentazione equilibrata.
Innanzitutto va considerato l’apporto di un elemento fondamentale, spesso sottovalutato nella sua azione salutare e benefica: l’acqua. Bere molto durante la giornata apporta molteplici benifici in relazione all’allimentazione in quanto l’organismo riesce a bruciare meglio i grassi responsabili di svariati problemi per l’uomo; bisognerebbe bere almeno un paio di litri di acqua al giorno al fine di ottenere vari benefici.

Una importante regola generale, che vale sicuramente per ottemperare ad una alimentazione sana, è quella di variare la natura dei pasti; si dovrebbe mangiare in modo vario e prendendo in considerazione soprattutto molta frutta e verdura.
Altri punti da considerare sono i seguenti:

– al mattino si dovrebbe fare sempre una buona colazione;
– non si dovrebbero saltare mai i pasti e anzi si dovrebbe mangiare più delle consuete 3 volte al giorno, magari anche 5 volte al giorno;
– si dovrebbe mangiare spesso cereali (pasta, pane, riso ecc.), soprattutto integrali;
– si dovrebbe consumare il pesce un paio di volte a settimana;
– si dovrebbe mangiare a sufficienza legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie ecc.);
– si dovrebbe sempre evitare il consumo di dolci, bevande gassate e di sale.

Dinanzi ad un pasto invitante, spesso, non c’è niente di meglio che sorseggiare un buon bicchiere di vino, che sia quello giusto però.
Associare il vino giusto alla pietanza giusta, infatti, non è sempre cosa semplice e scontata; se l’associazione è sbagliata si rischia di rovinare l”evento’.

Che anche la capacità di abbinare i vini giusti alle pietanze giuste possa costituire una sorta di arte, lo dimostra il fatto che esiste una vera e propria scienza che studia il vino, con tanto di centri di ricerca e scuole: l’enologia.
Il campo di interesse dell’enologia spazia tra la fase iniziale della vendemmia alla fase finale dell’imbottigliamento e conservazione.
L’enologia si occupa della ricerca delle tecniche di vinificazione studiando quell’insieme di eventi che fanno sì che l’uva alla fine dia vita al vino.

Produrre un vino, soprattutto se pregiato, è dunque un’operazione complessa che tiene conto di svariati fattori quali le caratteristiche ambientali del luogo, la natura del terreno in cui la vite cresce, il tipo di esposizione solare e la temperatura a cui è soggetta la vite, le caratteristiche di umidità dell’ambiente circostante ecc.
A parità di caratteristiche ambientali e di vite, può fare la differenza tra due vini la modalità di conservazione nelle cantine.