La liquirizia contro i crampi allo stomaco

liquirizia previene crampi allo stomacoLa liquirizia, già nota alla medicina cinese 500 anni fa, fu portata in Europa dai Frati Domenicani, nel XV secolo.  Oggi, circa il  70% della produzione di liquirizia, proviene da regioni del Sud dell’Italia, e la raccolta avviene ogni tre anni. Sono le radici più sottili ad essere commercializzate per essere masticate e succhiate, dopo essere state lavate, essiccate e trasformate in bastoncini di circa 20 cm.

Il nome significa radice( Ryza) dolce ( glykys) e le sue virtù sono tantissime. Dalle parti più grandi delle radici, si ricava il succo, che è molto usato in pasticceria e per la produzione di bevande. Ottimo il liquido tipico della Calabria alla liquirizia.

Quali sono i principi attivi contenuti nella radice di liquirizia? La radice di questa pianta è ricca di mannitolo, un dolcificante, che ha effetti lassativi, può essere usato contro la stipsi. L’aspargina, che dona il sapore amaro ed ha proprietà diuretiche.  Contiene inoltre  la glicirizzina, che è uno zucchero con poter dolcificante 50 volte maggiore del saccarosio, il comune zucchero da tavola. Questo zucchero causa ipertensione e perdita di potassio, che ci causa l’affaticamento muscolare.

Le proprietà della liquirizia sono tantissime, ha proprietà ipertensive, digestive, espettoranti e protettive della mucosa gastrica.

Infine nella radice di liquirizia sono contenuti i flavonoidi, noti antiossidanti che contrastano l’azione dei radicali liberi e l’invecchiamento della pelle. La proprietà antinfiammatoria è anch’essa legata ai flavonoidi.

Gli svantaggi della liquirizia: Il consumo eccessivo di liquirizia può provocare aritmia cardiaca, amenorrea, diminuzione della libido e ritenzione idrica e di conseguenza innalzamento della pressione sanguigna, perché si perde il potassio ed il sodio. La radice di liquirizia è sconsigliata alle donne in gravidanza, perché la ritenzione idrica favorirebbe il gonfiore alle caviglie e al viso ed il  mal di testa.

La liquirizia ha potere saziante ed infatti viene utilizzata nelle diete alimentari, per il suo effetto coadiuvante.  L’acido glicirrizzico esercita un’azione antivirale, e potrebbe essere utilizzato anche per bloccare l’herpes. Inoltre potrebbe bloccare la replicazione dei virus nelle cellule di alcune patologie polmonari,  frena cioè lo sviluppo delle infezioni e produce un’amplificazione  del sistema immunitario.

Come usare la liquirizia in cucina: il succo di liquirizia puro viene utilizzato per preparare i liquori, sciroppi ed altre bevande. Avete mai provato le caramelle alla liquirizia? Si ottengono mescolando al succo, zucchero, amido, farina e menta, così da ottenere le caramelle gommose.  Si possono preparare ottime tisane, soprattutto in virtù delle sue proprietà di sciogliere i crampi allo stomaco.