Il vino rende tonica la pelle

il vino rende tonica la pelleIl vino contiene oltre 300 sostanze organiche e inorganiche, che derivano dal succo d’uva, dai processi di fermentazione  e dalle reazioni chimiche che avvengono in natura. Anche il vino nasconde tante virtù, alcune già evidenziate, altre come la cura della pelle, grazie ai polifenoli, meno note.

I vini si classificano a seconda dell’uva da cui sono prodotti in bianchi, di colore giallo più o meno carico, rossi, dal violaceo al rosso-arancio, e rosati, di colore rosa tenue. In base al gusto, si distinguono in dolci, amabili, abbocati e secchi. Infine per la presenza di anidride carbonica in fermi o tranquilli o frizzanti e spumanti.

Vino bianco e vino rosso, virtù a confronto: note le virtù del vino rosso, che facilita la digestione ed ha un discreto effetto vaso dilatante. Se di recente produzione, vino novello, è ancora più utile per l’apparato cardiocircolatorio, proprio per il contenuto in antiossidanti, che previene anche la demenza.

Il vino riduce i rischi di calcoli biliari e favorisce la longevità, è indicato nelle diete dei soggetti anemici, soprattutto quello rosso e nelle diete dei soggetti stitici, il vino bianco.

Il vino bianco provoca mal di testa a causa della presenza di residui di anidride solforosa, che viene usata in enologia perché ha proprietà antisettiche. La presenza di solfiti può provocare anche un aumento dell’acidità gastrica.

Il vino rivitalizza la pelle e la rende più tonica : i principi attivi dell’uva, somministrati per via topica o per via orale, è stato dimostrato che stimolano la pelle, se ne è discusso in un recente Congresso Internazionale di Dermatologia Cosmetica a Pechino. Stiamo parlando del resveratrolo, sostanza presente negli acini dell’uva, nel vino, in alcune bacche e semi oleosi, come le arachidi. Ne sono state evidenziate le proprietà anti invecchiamento della pelle. Tale sostanza ridà tono alla pelle, contrasta i segni dell’invecchiamento, migliora la circolazione della cute, rivitalizzando la pelle.

Il resveratrolo è presente in quantità maggiore nel vino rosso, piuttosto che nel vino bianco.

La regione italiana con la più ampia superficie coltivata è la Sicilia, mentre sono molto rinomate per la qualità dei propri vini, la Toscana, con il suo Chianti, ed il Piemonte, con il Barolo.

Le virtù terapeutiche dell’uva: l’uva è uno dei frutti che ha maggiore potere calorico, infatti per 100 grammi di questo frutto, dobbiamo considerare almeno 60 kcalorie, che diventano 260 per l’uva sultanina. L’uva è ricca di zuccheri, il 16% in 100 grammi.  Dalla sua parte ha un alto contenuto in vitamina E, e moderato contenuto di vitamina C.

Le foglie di vite, lavate e sbollentate in acqua salata vengono usate per la preparazione di involtini di riso. La polvere delle foglie di vite, si ottiene dalle foglie essiccate e polverizzate della vite rossa,  viene  confezionata in capsule o cialde, e venduta nelle erboristerie e nelle farmacie specializzate.