Il disturbo della calvizie

Vi capita di pettinarvi e che i capelli si ammassino sul pettine con grande vostro orrore? Ebbene accade a tutti. Perchè perdiamo i capelli? Principalmente la caduta dei capelli è un fatto fisiologico in realtà, cadono perchè si rinnovano, il fatto è proprio questo però se cadono ma non ricrescono siamo in presenza di un disturbo.

Disturbo della calvizia

Non si è in realtà individuato ed isolato un unico fattore per spiegare il disturbo della calvizia,ve ne sono diversi in effetti: lo stress è un esempio, ma anche un’alimentazione scorretta, l’assunzione di determinati farmaci, l’età e la genetica. Ebbene sì l’alopecia si tramanda con i geni e lì si può fare ben poco. Se vi accorgete però che i vostri capelli cadono e non ricrescono o che ne cadono troppi allora forse è il caso di rivedere il proprio stile di vita e di sottoporsi ad un tricogramma ovvero un esame del capello per individuare i fattori che incidono su questa perdita. Altre informazioni utili si possono avere dal tipo di calvizie che si presenta se ad esempio si tratta di una stempiatura o di un diradamento o di alopecia causata magari da un eccesso di sebo o che sia magari di natura psicogena quindi accompagnata anche da prurito e tricotrillomania.

Se questa caduta si verifica stagionalmente, se è causata da ormoni e quindi può essere messa in relazione all’età o se vi sono altri fattori. Perchè è importante tutto ciò? Perchè tutte le cadute dei capelli sono differenti e meglio s’inquadrano le cause migliori provvedimenti e cure si possono adottare. Sui rimedi alla calvizie c’è molto da dire ad esempio che la soia non ha i reali benefici millantati, che per arginare il problema è bene non lavare spesso i capelli specie se con composti aggressivi e schiumosi, che è bene non sottoporsi ad acidi e coloranti e che è utile scegliere creme, impacchi e shampoo nutrienti, è bene ricorrere agli integratori specie di vitamine e amminoacidi e se preferite i rimedi naturali per la caduta dei capelli vi sono delle piante a cui potete affidarvi come: la serenoa, la salvia e l’equiseto.