I rimedi dell’iridologia

La frase gli occhi sono lo specchio dell’anima,è applicabile a questa nuova realtà medica, che è l’iridologia psicosomatica, attraverso la quale è possibile individuare malesseri, sia fisici che psicologici, come stress ed ansie.

Lo stato di benessere può essere salvaguardato tenendo presenti alcuni fattori, che sono alla base di questa tecnica, non trova però un consenso unanime. Alcuni scienziati ritengono che potrebbero essere diagnosticate patologie, che non sussistono e prescrivere cure mediche inutili.

rimedi iridologiaGli strumenti dell’iridologia: esistono strumenti specifici per poter analizzare l’iride, cioè una lente d’ingrandimento, un iridoscopio, cioè un microscopio posto su un carrello che ne permette lo spostamento  per potersi allineare alla fronte del paziente, che è poggiata su un supporto; e la fotografia digitale.

Analizzare l’iride per evidenziare problemi di salute: il linguaggio dell’iridologia, ci parla di eterocromie e sovrapigmentazioni, di eterocromie e segni presenti sulla trama dell’iride, come segni trasversali o anelli concentrici. Ognuno di questi segni è lo specchio di un malessere, che riguarda una specifica zona dell’organismo. Dalla suddivisione in zone cromatiche dell’iride, si deduce un quadro clinico del paziente.

La differenziazione cromatica può essere sommariamente suddivisa in tre zone, quella blu di tipo linfatico, quella marrone di tipo ematogenico e quella mista. Ad ogni variazione cromatica corrisponde una parte del corpo, cioè alla presenza della zona blu o linfatica, corrispondono malesseri o predisposizioni a problemi alle ghiandole principali, come le adenoidi o la milza. Le manifestazione esterne del soggetto, possono essere l’acne, la pelle secca, la forfora e l’irritazione degli occhi.

Se invece siamo in presenza di pigmentazione di tipo marrone, i problemi ricorrenti sono quelli di carenza di ferro, quindi anemia e spasmi muscolari, per carenza di potassio, artrite,  disturbi intestinali ed intolleranze alimentari. Infine la presenza di pigmento di tipo misto o biliare, predisporre il soggetto a patologie quali la colite, il diabete ed ancora problemi intestinali.

Interpretazione dell’iride per evidenziare disturbi emotivi: alcuni studiosi di questa disciplina, sono anche certi che si possa interpretare lo stato emotivo dall’analisi dell’iride. Un esempio è quello del malessere dellamalinconia che si manifesta, evidente soprattutto nelle donne, con la fuga pupillare.

Cioè la pupilla non si trova al centro dell’iride, ma verso il naso. Se ciò si manifesta in entrambi gli occhi, si dedurrebbe che lo stato malinconico è profondo. Secondo i principi dell’iridologia psicosomatica se riscontriamo delle pieghe concentriche ovvero anelli di crampo, in numero superiore a tre, il soggetto conduce una vita che non ama, evidenziando ciò attraverso stati ansiosi e tachicardie. Questo avviene nelle donne quando sono soggette a dolori mestruali.