Gli integratori di calcio servono o no ?

Gli integratori di calcio nel più delle volte non sono affatto degli sconosciuti, lo sanno le mamme che allattano o le donna nel periodo della menopausa, ma anche i bambini ed i ragazzi che debbono assumerli per irrobustire le ossa o ancora chi ha subito delle fratture complicate e vuole accelerare il periodo di ripresa.

Integratori di calcio

In linea di massima lo sanno coloro i quali non assumono abbastanza calcio con l’alimentazione e debbono integrarlo per evitare appunto fragilità ossea ed infortuni specie se praticanti sport o quelli che fumano o eccedono con il sale e le proteine e non desiderano cambiare stile di vita. Ma questi integratori sono realmente efficaci o no? Prima di addentrarci nell’annosa questione dobbiamo precisare che esistono due tipi di calcio impiegato in questo tipo d’integratori: il calcio carbonato ed il calcio citrato che contengono un dosaggio decisamente minore di calcio elementare quindi ciò che noi realmente ingeriamo sono sali di calcio.

Ora se è pur vero che il calcio è una componente fondamentale delle ossa, indispensabile è anche vero che a lungo andare l’assunzione degli integratori di calcio può comportare dei problemi. Secondo alcuni studi un eccessivo apporto di calcio nell’organismo per lungo tempo può indurire le arterie, dar luogo al calcificazioni e ostruzioni nonchè a disturbi vascolari. E’ il cuore stesso a pagarne le spese in molti casi poichè l’assunzione prolungata di calcio aumenta i fattori di rischio d’infarto.Attenzione: non è il calcio in forma alimentare ad essere sotto accusa ma soltanto quello assunto tramite bustine o compresse. Ragion per cui prima di ricorrere a questi integratori sarebbe meglio studiare una dieta alimentare che soddisfi il fabbisogno di calcio del soggetto incoraggiando l’assunzione di formaggi, latte e derivati e l’esposizione corretta al sole che è fondamentale visto che fornisce la vitamina D indispensabile per il corretto assorbimento del calcio.