Gli antibiotici naturali

antibiotici naturali

Uno dei più comuni antibiotici naturali è l’aloe vera, presente in Africa in più di 250 specie; l’aglio e la cipolla sono anch’essi antibiotici naturali, di uso molto comune, reperibili molto facilmente praticamente ovunque. Sono antibiotici naturali anche la rosa canina e il polline.

Analizzando in dettaglio le proprietà di questi antibiotici naturali, si può dire che l’aloe vera è un potente antibiotico naturale, e che l’Aloe Ferox viene somministrato per risolvere problemi di stitichezza cronica. L’aloe vera è in genere consigliata per combattere la tosse e il raffreddore, ma anche per arrecare beneficio alla pelle, eliminandone le impurità.

Inoltre, l’aloe vera è utile per combattere l’acne, tant’è vero che anche le dee egizie come Nefertiti e Cleopatra la utilizzavano per ottenere una pelle molto levigata e vellutata.

L’aloe vera contiene circa 160 principi attivi, ed oggi i ricercatori hanno scoperto che tali principi attivi sono presenti, nella maggior parte dei casi, nel gel della pianta. L’aloe resiste a lunghi periodi di siccità e contiene un cicatrizzante molto potente, che mantiene l’elasticità della pelle. Nel campo cosmetico questo elemento viene utilizzato infatti per i suoi effetti lenitivi ed idratanti.

I semi di pompelmo contrastano l’attacco di 800 batteri, vengono utilizzati per curare l’herpes labiale, la candida ed altre infezioni cutanee. Un altro antibiotico naturale è la corteccia del Pau d’arco-lapacho.  Si tratta di un estratto delle corteccia della Tabebuia impetiginosa, dai fiori rosa o rossi, una pianta amazzonica di cui sono certe le qualità terapeutiche antifungine e immunostimolanti.  Non esistono controindicazioni alla somministrazione di tale sostanza, tant’è che da sempre gli Indios dell’Amazzonia utilizzano la corteccia dei rami contro le malattie infettive e degenerative.

Insieme alla rosa canina e al polline, tutte queste sostanze alzano le difese immunitarie in modo completamente naturale.

L’aglio è un importante antibiotico naturale; il suo bulbo proviene dal Medio Oriente, e l’alimento, facente parte della famiglia delle Gigliacee, contrasta batteri, virus, parassiti e funghi. Tra le sue proprietà, quella immunostimolante è tale che rafforza le difese naturali del nostro organismo. A queste caratteristiche si affiancano le proprietà ipotensive, cioè legate alla capacità di abbassare la pressione sanguigna. Infine l’aglio esercita un’azione antispastica, è ottimo contro gli spasmi muscolari, ed è un antisettico che elimina germi e batteri. Nell’aglio sono presenti l’allicina e la garlicina, che essendo localizzati nel succo, suggerirebbero il fatto che andrebbe masticato crudo.

Le stesse proprietà antibiotiche dell’aglio le troviamo nella cipolla, che diminuisce i valori di colesterolo e favorisce la digestione. La cipolla andrebbe meglio consumata cruda, ma come effetto collaterale può causare problemi di alitosi.

Infine merita attenzione, tra gli antibiotici naturali, il propoli, che contiene flavonoidi, olii essenziali e polline; il propoli, tra l’altro, rafforza il sistema immunitario e viene consigliato spesso nei casi di tosse e  raffreddore poiché ha proprietà decongestionanti. I flavonoidi sono pigmenti vegetali, simili alle antocianine, con funzioni stimolanti. Il propoli è prodotto dalle api, racchiude sostanze resinose, che le api raccolgono sugli alberi e poi mescolano alla saliva, utilizzando poi il composto per costruire i propri alveari; si tratta di un ottimo antisettico naturale.