Finger Food: il fascino di mangiare con le mani

finger-food-il-fascino-di-mangiare-con-le-mani

Il finger food nasce come idea di piccoli aperitivi, con dimensioni ridotte delle porzioni, da assaggiare in un singolo boccone con le mani.

La bellezza di poter conquistare la scena delle tavola, con le proprie mani, utilizzate prima per la cucina e poi per mangiare.

Il finger food si caratterizza per lo stile preciso, ma allo stesso tempo appetibile, come le bruschette toscane, o le focaccine liguri, o ancora i fritti campani. Poi la successiva evoluzione del finger food, sia nella complessità della preparazione che nelle novità gastronomiche.

Come degustare il Finger food- la mise en bouche-: gli alimenti nel finger food, possono essere accostati per similitudine di gusto, il dolce con il dolce, oppure per contrasto, croccante e morbido, o ancora caratterizzati per l’accompagnamento, che può essere dato dalla gelatina oppure da una confettura.

E poi c’è la degustazione, che prevede una precedente cottura oppure la scelta di proporre il cibo crudo, il cibo potrà essere caldo o freddo.

L’aperitivo di chi ama mangiare con le mani: la moda dell’aperitivo si è diffusa anche in Italia, spesso ci si ritrova per un cocktail ed uno stuzzichino, ed anche il finger food. Il finger food acquisisce anche un altro scopo, quello del benessere del corpo, sia mentale che fisico. Toccando il cibo con le mani, combatterebbe lo stress.

Ovviamente prima di assaggiare qualche classico esempio di finger food, è inutile ricordarlo, attenzione all’igiene.

Menu a base di finger food: un rotolino di bresaola con formaggio fresco, mini sadwich con avocado e robiola, o ancora bignè con la mortadella, frittelle di baccalà. Ma anche a base di pesce, come le alici marinate su crostini di pane, candele di carote, con mousse di formaggio all’erba cipollina, o ancora code di gambero con zafferano.

Crostatine agli asparagi e alle melanzane: se vogliamo realizzare una ricetta veloce, anche per il finger food, in vista delle festività di Pasqua, possiamo pensare a delle crostate mini agli asparagi oppure alle melanzane.

Ingredienti per la pasta di base: farina, 200 grammi, un pizzico di sale, un uovo, il fondo di un bicchiere di acqua, e 90 g di burro.

Mettiamo nella terrina il burro a pezzetti, la farina con il pizzico di sale, lavoriamo fino a far ridurre in pezzi il burro. Aggiungiamo l’acqua e l’uovo, e procediamo con l’impasto. Facciamo riposare in frigo per un paio di ore.

Nel frattempo puliamo gli asparagi, e riduciamoli in quadratini, mettiamo sul fuoco la padella con le alici, olio, due cucchiai di acqua e cuociamo, per circa trenta minuti. Frulliamo tutto e aggiungiamo, il parmigiano, poi la ricotta, pepe e sale se ce ne fosse ancora bisogno.

Ci saremo procurati gli stampini, li oliamo, e mettiamo al loro interno il ripieno, che può essere quello preparato con gli asparagi oppure con le melanzane. Mettiamo in forno a 180° per circa trenta minuti. Controlliamo sempre il colorito della pasta. Per guarnire le mini crostate, possiamo usare le punte degli asparagi, che abbiamo tenuto da parte, e per le melanzane, le bucce delle melanzane, cotte in striscioline, nell’olio e fatte asciugare sulla carta assorbente.