Dipendenza dalla caffeina

La mattina vi svegliate ed il vostro primo pensiero è il caffè? E’abbastanza normale se è vostra abitudine assumerlo la mattina ma se diventate isterici scoprendo che è finito e se non riuscite a connettere senza averne assunto un po’ questo potrebbe non essere un bene.

Dipendenza dalla caffeina

Il caffè è un momento di piacere, è buono, lo si prende volentieri con gli amici ma può diventare una vera e propria droga. La caffeina crea dipendenza, come tutte le sostanze rientranti nella categoria delle droghe (la nicotina lo è). La caffeina altro non è che uno stimolante nervoso in grado di attivare la nostra parte psico-cognitiva e fisica, ecco perchè la mattina ci aiuta a svegliarci e a sentirci attivi.Solo che per l’appunto assunta in dosi eccessivi può dare dei problemi e si può sviluppare la dipendenza da caffeina. Questo comporta anche l’assuefazione o tolleranza ovviamente ossia dobbiamo assumerne sempre più un quantitativo maggiore perchè ci faccia effetto. Fra gli effetti della dipendenza da caffeina abbiamo anche il craving ovvero il desiderio continuo di assumerla e gli sgradevoli sintomi dell’astinenza fra cui il nervosismo, l’irritabilità, emicrania, dolori muscolari, sonnolenza, carenza di concentrazione ed affaticamento.

Tutto questo perchè oltre a sollecitare il nostro sistema nervoso incrementa le dosi di Dopamina nel nostro organismo che ci regala sensazioni di benessere, tranquillità e piacere. Il nostro cervello le registra e ne diventa dipendente. Con questo s’intende che non si vuole demonizzare la tazzina di caffè, anzi la caffeina può far bene se assunta in massimo due tazzine al giorno poichè se ne traggono benefici psico-fisici: l’attenzione e la memoria ne traggono vantaggio ad esempio come il cuore che si tonifica e la digestione che migliora, inoltre la caffeina è diuretica ed aiuta a bruciare le calorie. Per uscire dalla dipendenza dalla caffeina è bene rivolgersi ad un esperto e cominciare a ridurre gradualmente il dosaggio giornaliero assunto togliendo un cucchiaino di caffè ed aggiungendovi dell’acqua fino ad arrivare ad assumere una volta al giorno una miscela di più acqua che caffè poi a giorni saltuari per poi smettere del tutto.