Come ridurre il colesterolo

Dalle vostre ultime analisi risulta che i livelli di colesterolo nel sangue superano i 190 mg/dl ovvero il valore di norma? Siamo in presenza dunque d’ipercolesterolemia e bisogna correre ai ripari, infatti rischiamo gravi danni al nostro organismo.

Come ridurre il colesterolo

I più non sanno che il colesterolo cattivo (LDL) oltre ad apportare seri danni al cuore, alle coronarie, ai vasi sanguigni ed alle placche aterosclerotiche (che di conseguenza comportano: ictus, infarti e malattie aterosclerotiche/cardiovascolari in generale) comportano anche danni cerebrali, paralisi facciali, paralisi degli arti e crampi dolorosi oltre che all’ipertensione. E’ necessario dunque correre ai ripari, come? Cominciando a ridurre il colesterolo, partendo ad esempio dalla dieta. Sono molti i cibi ricchi di colesterolo che dovremmo evitare a tavolo o per lo meno alcuni dovremmo consumarli sporadicamente: burro, uova, frattaglie animali, patè di pollo, calamari, polpo, seppie, anguille, insaccati  formaggi, crostacei, latticini ed oli o grassi tropicali (olio di palma, l’olio di cocco) tutti questi alimenti hanno la caratteristica di essere formati da grassi saturi ovvero i grassi dannosi. Da non sottovalutare gli zuccheri inoltre che portano ad un elevazione dei valori dell’insulina che è una delle responsabili in materia di produzione del colesterolo.

Se da un lato è vero che questi cibi molto spesso non possono essere del tutto eliminati per via del loro non indifferente valore proteico o per la presenza di ferro ad esempio, sarebbe utile combinarli in una dieta bilanciata associandoli ai cibi anticolesterolo. Fra questi cibi troviamo: l’olio d’oliva, l’avena, l’orzo ed i cereali integrali, i fagioli, le melanzane, le noci, la frutta, cibi o integratori con fitosteroli, la soia, il salmone ed il pesce azzurro e le fibre vegetali. Si noti che vi sono delle caratteristiche accomunanti in questi cibi: l’Omega3 (appartenente alla classe dei grassi polinsaturi ovvero non dannosi) ad esempio nel caso del pesce e della frutta secca e le fibre solubili come nel caso dei legumi e della frutta. Fra gli altri fattori che incidono sull’aumento di colesterolo abbiamo anche il fumo ed il sale che andrebbero eliminati e lo stress che si combatte con l’attività fisica, fondamentale per abbassare il colesterolo.