Avocado: guacamole e amplificatore degli antibiotici

creme di avocado

L’avocado è un frutto ricco di grassi e povero di zuccheri, un po’ come la frutta secca, facciamo attenzione al suo consumo. Il suo elevato contenuto calorico ci deve mettere in guardia. È originario del Centroamerica, si è poi diffuso nelle aree tropicali e nel bacino del Mediterraneo. Il peso medio di un avocado è di circa 300 grammi.

I grassi contenuti nell’avocado sono monoinsaturi, quindi non è una buona fonte di grassi essenziali.

Proprietà dell’avocado: l’avocado è una ottima fonte di antiossidanti come il glutatione e il beta-sitosterolo, che abbassa i livelli di colesterolo e aiuta a prevenire le patologie cardiovascolari. È ricco di potassio e vitamine del gruppo B

L’avocado in cucina: l’avocado è utilizzato in cucina per arricchire le insalate o gli antipasti. Si può mangiare da solo o spalmato sul pane e addolcito con il miele o lo zucchero. Può essere consumato anche in abbinamento a formaggi dolci o cremosi, oppure schiacciato per la preparazione di salse come la celebre guacamole di origine messicana.

Come preparare il guacamole: questa salsa risale al tempo degli Aztechi, si prepara oltre che con l’avocado, con il succo di lime, sale e pepe nero. Alcune ricette nel tempo, hanno arricchito la base della purea di avocado, anche con i pomodori, il coriandolo, polvere di cumino, la cipolla e l’aglio.

Gli avocadi, da utilizzare per la preparazione di questa salsa devono essere maturi, così che al tatto, appaiano morbidi. Con la salsa guacamole in Messico vengono accompagnati i tipici piatti, come tacos o tortilla, sia negli antipasti che come contorno per la carne alla griglia.

Creme di bellezza per la cura della pelle: sono diffusi tanti cosmetici a base di avocado per la cura della pelle, ma anche l’olio di avocado viene utilizzato come idratante per il contorno occhi, nelle maschere rivitalizzanti e in alcuni shampoo.

Avocado come antibiotico naturale: recenti studi hanno dimostrato, che in una particolare varietà di avocado, sia contenuta una sostanza in grado di azzerare i sistemi di difesa dei batteri, resistenti agli antibiotici. Tra questi lo staphylococcus areus, responsabile delle infezioni da ferite postoperatorie e determinante nello scatenare ascessi e endocarditi.