Aerofagia, sintomi e cause

Vi sono tanti nomi per definirla: meteorismo, flatulenza, aerofagia tutti intendono il medesimo fastidioso ed anche dolori disturbo ovvero la formazione di gas nell’intestino.

Aerofagia, sintomi e cause

Questo gas che viene espulso dall’ano solitamente si compone di biossido di carbonio, ossigeno, azoto, idrogeno e delle volte metano ed è inodore salvo che vi siano batteri che rilasciano gas con piccole quantità di zolfo nel tratto intestinale. I sintomi dell’aerofagia solitamente sono il gonfiore addominale, il dolore addominale e l’eruttazione tuttavia non si tratta di sintomi comuni e costanti poichè dipende dal quantitativo di gas prodotto dall’organismo e dalla sensibilità che presenta la persona nel trattenere il gas nell’intestino. Nel caso dell’eruttazione invece tale sintomo da solo non è imputabile all’aerofagia poichè potrebbe essere determinato anche da un reflusso gastroesofageo. Ma qual è la causa dell’aerofagia ovvero della produzione di gas che ristagnando nell’addome da luogo ai suddetti problemi? Le cause sono due: ingestione di aria e la produzione della stessa da parte dei batteri presenti nel colon. Nel primo caso ovvero l’ingestione dell’aria ciò può essere dovuto al fatto che si mangia o si beve rapidamente, al consumo di gomme da masticare ma anche il fumare ne è responsabile.

Alcuni alimenti poi influiscono nel problema dell’aerofagia ma naturalmente anche questo fattore è soggettivo. I carboidrati sono i principali responsabili della formazione dei gas intestinali, mentre invece i grassi e le proteine non influiscono più di tanto. Fra gli zuccheri invece i principali responsabili sono il raffinosio, il lattosio, il fruttosio e il sorbitolo. Perchè si dice che i fagioli siano la causa di tanta aria? Perchè contengono grandi quantità di raffinosio. Dicasi altrettanto per formaggi, gelato, pane, cipolle, carciofi, pere e mele. L’unico alimento che non produce gas è il riso. Anche la fibra solubile presente ad esempio nella crusca di frumento produce poco gas mentre la fibra solubile ne produce. Il consumo di bevande gassate è un altro fattore determinante. Si tenga inoltre presente che anche ansia e stress danno luogo alla flatulenza. Nel caso in cui si sia affetti da meteorismo eccessivo e doloroso è necessario monitorare la propria alimentazione rivolgersi ad un esperto o si può far ricorso ad alcune compresse che si trovano in farmacia. Fra i rimedi naturali all’aerofagia troviamo: i semi di anice verde assunto come tisana, lo zenzero per le sue proprietà antiinfiammatorie e la malva anch’essa assunta tramite tisane.